DELFI (studio per suono, voce, video e buio)

Spettacolo

Spettacolo

Parma, Festival Teatro 2, 1990
Scarica pdf

Il vuoto, il silenzio, ma soprattutto il buio. La scena si oscura rendendo lo sguardo incapace di distinguere ciò che la forma. Due schermi collegati in diretta a due camere agli infrarossi si muovono come occhi che, con i loro spostamenti sincronizzati, guidano lo spettatore nel buio, inseguendo i movimenti dell'attore e cercando di decifrare uno spazio gremito di statue, in attesa di essere restituite a un nuovo livello di sguardo, a una nuova condizione di sensibilità. Una drammaturgia tesa alla semplificazione, all’essenzialità, alla rinuncia. Nel tentativo di piegare l’elemento dissacrante della tecnologia entro i confini della poesia.

Descrizione tecnica

2 monitor, 2 camere IR per la diretta video

Crediti

Produzione Teatro 2, Parma
Ideazione Fabio Cirifino, Piero Milesi, Moni Ovadia, Paolo Rosa
Regia Paolo Rosa da un testo di Ghiannis Ritsos
Collaborazione alla regia Luca Scarzella
Fotografia e progetto luci Fabio Cirifino
Riprese video Mario Coccimiglio
Camere infrarosse in diretta Riccardo Apuzzo, Elmar Bartlmae, Maryo Ferwerda
montaggio video Cinzia Rizzo
Suoni e musiche Piero Milesi
Collaborazione suoni e musiche Davide Rosa
Attore Moni Ovadia
Produzione esecutiva Carola Aricò