Proiezione di un macchinario della Fabbrica della ruota a Pray

LA FABBRICA DELLA RUOTA

posted in musei

LA FABBRICA DELLA RUOTA

LA FABBRICA DELLA RUOTA

Sul filo della lana

musei

Pray (BI), Fabbrica della ruota, 2005
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

Il percorso museale alla Fabbrica della ruota – ex lanificio oggi trasformato in museo, parte dell’ecomuseo della provincia di Biella e sede del Centro di Documentazione dell’Industria Tessile – nasce in occasione della mostra Sul filo della lana, curata da Philippe Daverio con allestimenti di Studio Azzurro. Articolata in tre sedi, la mostra racconta la storia della lana e la sua lavorazione nel biellese. Comprende l’allestimento permanente alla Fabbrica della ruota e due percorsi temporanei, presso il Museo del Territorio a Biella e presso la fabbrica Pria, con la videoinstallazione A cominciar sempre da capo.

All’interno della Fabbrica della ruota, telai, orditrici, cardatrici, navette e sacchi di lana sembrano mantenere ancora la posizione del ritmo del lavoro, come se il meccanismo si fosse fermato solo un attimo prima. Se è vero che i luoghi hanno una memoria e che gli oggetti possono dire qualcosa di coloro che li hanno usati, l’allestimento creato da Studio Azzurro raccoglie e racconta proprio queste storie, facendo riemergere immagini e suoni dalle macchine da lavoro. Questa scelta permette di valorizzare il patrimonio culturale nella sua complessità, senza ridurlo né al singolo oggetto, né alle sole vicende e alla storia culturale.

Il percorso museale si snoda tra i macchinari, in una continua interazione tra fisico e virtuale. Articolato in due macrosezioni, rievoca la storia della Fabbrica della ruota con quattro videoinstallazioni a piano terra, mentre al piano superiore racconta il rapporto fra territorio biellese e industria laniera, descrivendo attraverso cinque videoinstallazioni luoghi, personaggi e denunce operaie.

12 videoproiettori
6 schermi holopro,
2 pc
22 casse audio
8 amplificatori
25 sagomatori

Ideazione Fabio Cirifino, Elisa Giardina Papa, Paolo Rosa
Regia Elisa Giardina Papa
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Francesca Bana, Alice Rosa
Montaggio video Antonio Augugliaro, Laura Gatta, Silvia Pellizzari
Suoni e musiche Tommaso Leddi
Post-produzione video Marco Barsottini, Lorenzo Sarti
Sistemi interattivi e tecnologici Stefano Roveda
Sviluppo software Alberto Massagli Bernocchi, Emanuele Siboni
Sviluppo hardware Alberto Massagli Bernocchi
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Laura D’Amore
Produzione generale Reiner Bumke
Relazioni esterne Delphine Tonglet