LA LUNA SUL COLOSSEO, il sogno del gladiatore

Roma, 2019

spettacolo

Suoni di cimbali e liuti, giunti da un tempo lontano, accompagnano i primi passi del visitatore che si avvia al secondo ordine del Colosseo. Da lì si può godere della straordinaria vista sull’Arco di Costantino e sul colonnato del Tempio di Venere e Roma. La storia dell’Anfiteatro Flavio, raccontata da Read More

Bissima - scheda dell'opera

BISSIMA, dans la rue la rue en trance

Milano, 2018

spettacolo

In Bissima, la maestosa danza africana si fonde con la millenaria arte della trance dei dervisci rotanti. Lo spettacolo mette in scena una rivisitazione trasversale di due forme rituali legate all’evocazione della luce e dello spirito vitale, sintetizzandole nella manifestazione di Bissima, una deità bantu che si mostra in natura Read More

Due danzatori sul palco del teatro con videoproiezione di scultura classica

DELFI, cantata

Vicenza, 2016

spettacolo

Sono stanco, come se appartenessi anch’io alla famiglia delle statue e avessi i loro stessi anni. Yannis Ritsos Proposto da Studio Azzurro e Moni Ovadia per la prima volta nel 1990, DELFI, cantata mette in scena l’omonimo poemetto di Yannis Ritsos, con musiche originali di Piero Milesi. L’opera è stata Read More

Due danzatori interagiscono con videoproiezioni di forme circolari

ISSE, il cerchio

Milano, 2015

spettacolo

ISSE, il cerchio nasce da un ricordo personale di Lazare Ohandja. Mette in scena le conseguenze di un rito della vedovanza diffuso in Camerun, che diventa metafora della segregazione sociale e delle violenze psicologiche e fisiche a cui la donna è sottoposta in molte parti del mondo. Al centro del Read More

Sovrapposizione di immagini video delle mani e dei gesti di un artigiano

IL COLORE DEI GESTI

Milano, 2013

spettacolo

Numerosi artigiani al lavoro sono stati filmati nel corso dei viaggi di ricerca che Studio Azzurro ha intrapreso per realizzare le installazioni del ciclo Meditazioni Mediterraneo. Liutai, pescatori, sellai, fonditori, vetrai, cesellatori, vasai, tessitori, raccoglitori di olive, vinai, costruttori di barche, restauratori, rilegatori, maniscalchi, conciatori, fabbricanti di bambole: ripresi nel Read More

Figure romane a silhouette dietro a una tenda

CONTINUUM VITAE

Minori, 2012

spettacolo

C’è continuità tra la vita degli uomini di oggi e quella degli antichi che abitavano le terre del salernitano. In un ideale fermarsi del tempo, la vita continua armoniosa e serena, i luoghi sono abitati come in epoca romana, i gesti, i suoni e le azioni si susseguono ancora nel Read More

Proiezione notturna di un sole che sorge sulla Fabbrica del Vapore

ALBA A MEZZANOTTE

Milano, 2007

spettacolo

Se uno aspetta prima o poi si convince di aspettare qualcuno. Samuel Beckett Trecento sdraio sono disposte al centro del grande piazzale della Fabbrica del Vapore, orientate verso la “cattedrale”, lungo edificio di archeologia industriale di inizio Novecento. Il pubblico inizia a prendere posto qualche decina di minuti prima della Read More

Proiezione per la scena di "Galileo. Studi per l'Inferno"

GALILEO

Norimberga, 2006

spettacolo

Lo spettacolo, ispirato a Galileo Galilei, nasce dalla collaborazione artistica tra il Balletto di Norimberga e Studio Azzurro. Non è un ritratto biografico, bensì un itinerario visionario tratto da due lezioni tenute da Galileo all’Accademia di Firenze. Lì Galileo commenta e ricostruisce un’ipotetica misurazione dell’Inferno di Dante. Raccontata attraverso i Read More

Scena di Neither, con una donna vestita di bianco in piedi e proiezioni sullo sfondo

NEITHER

Stoccarda, 2004

spettacolo

Neither è un adattamento multimediale dell’opera omonima scritta da Samuel Beckett e musicata da Morton Feldman nel 1977. Centro dello spettacolo videomusicale è – fin dall’inizio – un’assenza: la mancanza di un Personaggio, di un Protagonista, di un Soggetto. Nel preludio, un faro disegna lo spazio che lo attende al Read More

Trittico video con immagini delle Dolomiti

TRITTICO DEI CANTI ROCCIOSI

Milano, 2002

spettacolo

Canti rocciosi è una composizione per orchestra d’archi e coro di Giovanni Sollima dedicata alle Dolomiti e alla cultura della montagna. In sincrono con la partitura, è stato proiettato su tre grandi schermi alle spalle dell’orchestra e del coro Trittico dei canti, un’opera video che si fonde con la composizione Read More

Allestimento multimediale della scena

WER MÖCHTE WOHL KASPAR HAUSER SEIN?

Norimberga, 2000

spettacolo

Una soggettiva estrema accompagna il precipitare da un punto. Le proiezioni mostrano immagini che sembrano appartenere al mondo infantile, con un pizzico di surrealtà e di eccesso di realtà che le rende estraniate. Figure colorate, elementari, prendono forma dalla luce, dopo la lunga permanenza nell’oscurità. Lo spettacolo di danza multimediale Read More

Scena teatrale con proiezione video

IL FUOCO, L’ACQUA, L’OMBRA

Bonn, 1998

spettacolo

Il lavoro si ispira all’opera di Tarkovskij, alla natura che spesso si ritrova nelle immagini dei suoi film. È la scoperta del fantastico nel reale, degli aspetti infiniti del visibile. Al centro di uno spazio buio è collocata una pedana, sollevata da terra, pronta a inclinarsi per simulare il senso Read More

Scena con orchestra e grande scrivania rotonda con proiezioni video

GIACOMO MIO, SALVIAMOCI!

Macerata, 1998

spettacolo

Un’imponente orchestra abbraccia l’unico personaggio in scena: un conferenziere che recita il proprio omaggio alla nascita di Giacomo Leopardi. Davanti a lui, nello spazio della platea, si estende un immenso tavolo: è la scrivania-mondo del poeta su cui gli spettatori, dalle balconate, possono osservare il susseguirsi delle immagini. La narrazione Read More

Palcoscenico a forma di croce con proiezioni video

THE CENCI

Londra, 1997

spettacolo

The Cenci è un’opera videomusicale, adattamento del testo di Antonin Artaud e frutto della collaborazione tra il compositore Giorgio Battistelli e Studio Azzurro, che si è occupato della messa in scena multimediale. Su una grande croce, diventata palcoscenico, si infrangono le proiezioni di un racconto video che scorre parallelo alle Read More

Videoproiezione con sagoma di un corpo femminile dietro una supericie tesa da diverse braccia

STRIAZ

Cividale del Friuli, 1996

spettacolo

Rivisitazione di riti arcaici ed esorcismi agresti, l’opera prende spunto dai personaggi e dai semplici racconti dei benandanti, figure del Friuli del Cinquecento e del Seicento appartenenti a culti pagani legati ai campi e alle guarigioni. Dodici postazioni lungo i vicoli di Cividale proiettano immagini che evocano le raffigurazioni a Read More

Parete spezzatra di monitor sul Cretto di Burri

ULTIMA FORMA DI LIBERTA’, IL SILENZIO

Gibellina, 1993

spettacolo

Ai piedi dell’immenso Cretto di Burri si trova un’immagine attraversata da una crepa: una parete di monitor spezzata in due. Sotto, coperti e muti, rimangono i resti della tragedia che ha segnato il Belice. L’immagine spezzata rivela le parole, i gesti, gli stucchi, le pietre e soprattutto gli occhi di Read More

Primo piano di una testa

LA PERFEZIONE DI UNO SPIRITO SOTTILE

Firenze, 1991

spettacolo

Una lunga isola, incorniciata da una salina, è lo scenario che dà vita a un palcoscenico vuoto, contenente soltanto suono e voci, evocate da Salvatore Sciarrino nella sua partitura musicale. Tre schermi ruotano come mulini a vento sotto la pressione di immagini accecate dalla luce del sole e dal biancore Read More

Proiezioni di immagini provenienti dal satellite Meteosat

KEPLERS TRAUM

Linz, 1990

spettacolo

Ogni giorno i rilevatori satellitari Meteosat analizzano la superficie della Terra ed esplorano il vuoto dell’universo, per poi mostrarne un’immagine mobile e dai colori sintetici, che rappresenta il dominio materiale sul mondo. Da queste riflessioni, insieme al compositore Giorgio Battistelli, è nata un’opera di teatro musicale allestita per il festival Read More

Moni Ovadia con una statua classica in una scena di "Delfi (studio per suono, voce, video e buio)"

DELFI (studio per suono, voce, video e buio)

Parma, 1990

spettacolo

Il vuoto, il silenzio, ma soprattutto il buio. La scena si oscura rendendo lo sguardo incapace di distinguere ciò che la forma. Solo due schermi rivelano alcuni particolari, guidando lo spettatore al buio grazie al collegamento in diretta con due camere agli infrarossi, collocate nel teatro. Per mezzo di movimenti Read More

Coro con alle spalle proiezioni video, dall'opera "Alexander Nevskij"

ALEXANDER NEVSKIJ

Vienna, 1989

spettacolo

Frammenti del film di Ejzenstejn e riprese di un’esecuzione in concerto della cantata di Prokofiev si alternano grazie al montaggio, sino a compenetrarsi attraverso l’utilizzo di elaborazioni video: i protagonisti del film e quelli dell’esecuzione si trovano fianco a fianco nella stessa immagine. Ejzenstejn e Prokofiev lavorarono a stretto contatto Read More

Monitor con scena del combattimento tra Ettore e Achille

IL COMBATTIMENTO DI ETTORE E ACHILLE

Riccione, 1989

spettacolo

Due schermi diventano due punti di vista contemporanei che, come occhi, osservano l’epico combattimento tra Ettore e Achille. A volte coincidono, come succede allo sguardo umano, altre volte si dissociano e si scambiano, come avviene nel pensiero. Gli schermi avvicinati compongono scenari e paesaggi, mentre le immagini dei protagonisti si Read More

Uno dei monitor installati nel parco a Locarno per lo spettacolo

PRIMO SCAVO. Osservazioni sulla natura

Locarno, 1988

spettacolo

Un anello di televisori accostati emerge dal terreno, come una forma aliena che sembra appartenere al passato o al futuro. Lo spettacolo ha inizio con la scopertura di questo anello. Subito compare sugli schermi un corpo raggomitolato: scivola lungo la traiettoria circolare, passando di video in video, sino a scomparire Read More

Profilo femminile in un monitor sulla scena di "La camera astratta"

LA CAMERA ASTRATTA

Kassel, 1987

spettacolo

La camera astratta è uno spazio mentale, una rappresentazione di pensieri che si incarnano in azioni e parole. La coscienza della mente di un protagonista invisibile è rappresentata da sassi che vengono gettati per alleggerirsi o messi in bocca per forzarsi a tacere, o ancora radicano i piedi al terreno Read More

Tre monitor parte della scena dello spettacolo teatrale

CORREVA COME UN LUNGO SEGNO BIANCO

Roma, 1986

spettacolo

La vicenda dello spettacolo, parte del progetto Storie per corse, si sviluppa in un fitto scenario di bambù che – in modo meraviglioso e inquietante – imprigiona le immagini senza mai renderle interamente. Lo spazio del palco è attraversato da un segno luminoso: un lungo percorso di monitor orizzontali su Read More

Insieme di monitor sulla scena di "Prologo di un diario segreto contraffatto"

PROLOGO A UN DIARIO SEGRETO CONTRAFFATTO

Roma, 1985

spettacolo

Sul palco attori e monitor delineano traiettorie, formano scenari, riproducendo gesti e azioni che vengono rielaborati attraverso il linguaggio video. Le immagini trasmettono in diretta, sugli schermi, segmenti dello spettacolo interpretati su alcuni set dietro le quinte. Personaggi veri e simulati diventano protagonisti di uno spettacolo nuovo e imprevedibile che Read More