Visitatore che interagisce con proiezione interattiva

SENSITIVE CITY

posted in ambienti sensibili

SENSITIVE CITY

SENSITIVE CITY

Portatori di storie

ambienti sensibili

Shanghai, Padiglione Italia, EXPO, 2010
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

L’idea di Sensitive City nasce da una richiesta per il Padiglione italiano all’Expo di Shangai 2010 e si rifà alla grande tradizione della città ideale e immaginata, dalla Città del Sole di Tommaso Campanella alle Città Invisibili di Italo Calvino. Questa volta, però, l’intenzione non è creare un modello irraggiungibile, un’invenzione letteraria, ma una città che è ideale solo perché ancora non c’è, ma che potrà esserci.

Otto città sono state scelte per essere penetrate nella loro identità, bellezza, nelle loro storie: uno spunto per offrire sollecitazioni ed elementi di confronto e per generare una visione di come potrebbe configurarsi una città del prossimo futuro. Siracusa, Matera, Spoleto, Lucca, Chioggia, Trieste sono un tassello di questa città ideale, ma anti-utopica, raccolta sul territorio italiano. Secondo le modalità del ciclo Portatori di storie, i luoghi vengono raccontati attraverso le testimonianze di coloro che li abitano, ottocento persone che possono essere interpellate dal pubblico con un gesto della mano. Un gesto che diviene interazione, penetrazione sensibile nelle storie vissute, negli sguardi personali sulla città. Una città sensibile.

11 programmi video
11 videoproiettori
9 computer
1 sistema IR per superfici sensibili
progetto luci
4 schermi olografici
6 teli
1 parete di stampe fotografiche

Ideazione Marco Barsottini, Fabio Cirifino, Elisa Giardina Papa, Paolo Rosa, Stefano Roveda
Regia Elisa Giardina Papa, Paolo Rosa
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Rocco Cirifino
Post-produzione video Mauro Macella
Elaborazioni grafiche Francesca Gollo
Sistemi interattivi e tecnologici Marco Barsottini, Stefano Roveda
Sviluppo software Giulio Pernice, Lorenzo Sarti
Suoni e musiche Tommaso Leddi
Redazione Ornella Costanzo
Progetto tecnico allestitivo Daniele De Palma, Marco Barsottini, Stefano Roveda
Coordinamento progetto Carmen Leopardi
Produzione esecutiva Ornella Costanzo, Carmen Leopardi
Produzione generale Reiner Bumke
Relazioni esterne Daniela Mezzela, Delphine Tonglet
Un’opera a cura di offiCina Beijing