Trittico video di archeologia industriale a Porto Marghera

TRITTICO MARGHERA

posted in OPERE

TRITTICO MARGHERA

TRITTICO MARGHERA

Videoinstallazione sincronizzata per tre schermi

videoinstallazioni

Porto Marghera (VE), Padiglione Antares, "Identificazione di un paesaggio", 2000
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

A Porto Marghera si cercano segni in un territorio avvelenato, duro, in uno dei siti di archeologia industriale più estesi d’Italia. Si scoprono forme di vita: è un embrione di fertilità mescolato a chi resta di una popolazione che lì ha abitato e sofferto, che si riconosce in questa sofferenza. Gli angoli di erba incolta sono piccole impronte che si scontrano con gli immensi spazi vuoti o devastati. Le grandi strutture industriali, gli intrecci arrugginiti, il cemento armato spaccato da minuscole fessure sono i paradisi di nuova vegetazione. L’inferno ha finito di ardere e lascia spazio ai primi segni di vita.

Lo sguardo indaga e ricerca queste microscopiche presenze nelle pozze, sotto le polveri, nelle piume. L’osservare si materializza sui tre schermi che mettono insieme impressioni, emozioni e paure.

3 programmi video sincronizzati
3 videoproiettori
3 grandi schermi

Ideazione Fabio Cirifino, Paolo Rosa
Regia Paolo Rosa
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Mario Coccimiglio
Collaborazione alle riprese Fanny Molteni, Antonio Di Napoli
Montaggio Fanny Molteni
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Rita Bertoni