Monitor sovrapposti con immagine di acqua

CLESSIDRE

posted in OPERE

CLESSIDRE

CLESSIDRE

videoambienti

Firenze, Fortezza da Basso, 1983
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

Quattro elementi: fuoco, aria, acqua e luce. Ognuno è rappresentato da una colonna formata da quattro monitor. Sono come clessidre, che trasportano le immagini di video in video, trasformandole a ogni passaggio. II fuoco si tramuta in una sottile linea incendiata, la linea coincide con un filo rosso, il filo, a sua volta, forma una maglia che si crea e si disfa continuamente. Legati da questo rapporto, i monitor creano l’impressione di uno spazio continuo.

Similmente al fuoco, si manifestano gli altri tre elementi che compongono il videoambiente: tutti e quattro diventano filo e tessuto. II continuo farsi e disfarsi delle quattro maglie colorate e l’inarrestabile vitalità degli elementi naturali generano un movimento continuo, che attraversa gli schermi e li prolunga l’uno dentro l’altro. I televisori non appaiono più come scatole pressurizzate di immagini e suoni: come se una piccola apertura potesse metterli in comunicazione tra loro, generano un’unica macchina di gesti e di suoni. Le clessidre misurano il tempo infinito della loro metamorfosi.

6 programmi video sincronizzati
16 monitor

Ideazione Fabio Cirifino, Paolo Rosa, Leonardo Sangiorgi
Regia Leonardo Sangiorgi
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Giuseppe Baresi
Montaggio video Leonardo Sangiorgi
Suoni e musiche Davide Rosa