Disegno di elicottero con testo proveniente dall’archivio dell'ex-ospedale psichiatrico di Trieste

OLTRE IL GIARDINO

posted in musei

OLTRE IL GIARDINO

OLTRE IL GIARDINO

Dal manicomio alla salute dei territori (1971-2009)

musei

Trieste, 2009
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

L’opera di Franco Basaglia e l’utopia realizzatasi con la chiusura dei manicomi sono fatti storici di fondamentale importanza, che possono essere appello alle nuove generazioni. A Trieste l’eredità di Basaglia ha generato iniziative e formato una rete capillare di servizi per la salute. Questo testimonia quanto sia attuale ciò che accadde alla fine degli anni Settanta: l’affermazione del diritto per tutti alla salute e del rispetto dell’altro. L’archivio dedicato all’ospedale psichiatrico di Trieste (di cui Basaglia fu direttore dal 1971) diventa dunque un processo attivo di costruzione dell’esperienza contemporanea a partire dal passato e non soltanto una forma di conservazione della memoria.

Oltre il giardino vuole essere un archivio vivo, fatto di materiali dispersi e mai catalogati del manicomio. Tre tavoli interattivi fanno riemergere attraverso parole-chiave la documentazione raccolta che comprende foto, video e documenti. L’assenza di un ordine preciso rompe lo schema dell’archivio tradizionale, permettendo di manipolare i dati e di concentrare l’interesse sui dettagli che interessano. I materiali diventano tracce per mantenere vivo il ricordo. Ogni visitatore diviene partecipe di questa memoria collettiva, non limitandosi a consultare e conoscere, ma avendo la possibilità di lasciare un commento vocale, un’informazione, una visione. Si tratta di una memoria dinamica, in continua evoluzione, sfaccettata, che diventa stimolo di riflessione sul futuro. L’esperienza di Franco Basaglia, che ha portato la malattia mentale oltre il giardino del manicomio, è testimonianza di come anche ciò che sembra impossibile possa realizzarsi.

2 programmi video
2 videoproiettori
2 computer
2 sistemi per tracciare il movimento
4 casse audio
progetto luci
2 tavoli sensibili
3 teli scenografati

Progetto e messa in scena Studio Azzurro
Ideazione Paolo Rosa, Stefano Roveda
Direzione artistica Paolo Rosa
Riprese video Rocco Cirifino, Mario Coccimiglio
Post-produzione video Mauro Macella
Elaborazioni grafiche Francesca Gollo
Sistemi interattivi e tecnologici Stefano Roveda
Sviluppo software Luca Iacobin, Alberto Massa, Giulio Pernice
Redazione e ricerca meteriali Daniela Mezzela
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Lorenzo Calzeroni, Elisa Midali
Produzione generale Reiner Bumke
Relazioni esterne Daniela Mezzela