Installazione multimediale del pozzo con immagine del volto di una donna

FINESTRE VISCONTEE

posted in musei

FINESTRE VISCONTEE

FINESTRE VISCONTEE

Centro multimediale sui Visconti

musei

Belgioioso (PV), Castello di Belgioioso, 2015
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

Primo nucleo del museo dedicato ai Visconti, questo ambiente tra le mura restaurate del Castello di Belgioioso si articola in due momenti. Le installazioni, un pozzo e due finestre, coinvolgono il visitatore attraverso paesaggi e storie del castello che emergono dal passato e che vengono attivati dal pubblico.

Le finestre sono schermi mobili che possono scorrere lungo le pareti del castello e che creano l’illusione di un’apertura verso l’esterno. Spostandole lungo il muro, infatti, virtualmente inquadrano via via il mutare dei paesaggi del territorio attorno a Belgioioso. Vi si affacciano duchi e duchesse e abitanti del castello. Chinandosi sul pozzo, inoltre, il visitatore vede comparire sul fondo il volto di personaggi che narrano la propria storia ai tempi dei Visconti.

3 programmi video
2 monitor 55'
1 videoproiettore
3 lettori multimediali
1 sensore di presenza
2 sensori di posizione
6 casse audio
progetto luci
1 schermo circolare
2 telai con sistema scorrevole
2 binari di metallo
1 pozzo di legnoscenografato

Progetto e messa in scena Studio Azzurro
Ideazione e direzione artistica Leonardo Sangiorgi
Fotografia Fabio Cirifino
Musiche originali e sound design Alberto Morelli in collaborazione con Giovanni Andriolo, Gioele Cortese
Riprese video Mario Coccimiglio
Montaggio video Silvia Pellizzari
Progetto tecnico allestitivo e allestimento Mani Sas – Marco Carazzato
Organizzazione generale Carmen Leopardi
Produzione esecutiva Aurora Bassi
Attori Marco Di Giorgio, Laura Formenti, Paolo Mazzanti, Alessandro Mor, Marco Pezza, Fabio Sarti
Trucco Elisa Caserini, Giorgia Rizzardi
Costumi Lo Bosco, Arrigo Sartoria Teatrale
Oggetti di scena Crazy Art

Ringraziamenti
Per le musiche "Le Ray au Soleyl, musica alla corte pavese dei Visconti", con il patrocinio dell'Università degli Studi di Pavia e in collaborazione con ADRAT e CUP