Allestimento espositivo con macro oggetti e schermi

GLI STILI DEL CORPO

posted in OPERE

GLI STILI DEL CORPO

GLI STILI DEL CORPO

Il cibo e i suoi simboli nel XX secolo

percorsi espositivi

Milano, Rotonda della Besana, 1988
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

La mostra parla del corpo e delle sue trasformazioni, tra inizio Novecento e anni Ottanta. Il rapporto corpo-cibo e i suoi simboli vengono esplorati attraverso una pluralità di linguaggi che risponde a un tema complesso e genera un forte coinvolgimento emotivo. Il percorso comprende sei isole tematiche, ognuna composta da installazioni di monitor e da un grande oggetto che rappresenta l’epoca di riferimento.

La prima isola tratta il periodo da inizio Novecento agli anni Venti ed è simboleggiata da una gigantesca bottiglia di gassosa. Attorno a essa, video d’epoca di gite fuori porta e strade affollate attraversano gli schermi come una sostanza liquida e si dissolvono nelle bolle della gassosa. Il secondo dopoguerra e gli anni Cinquanta sono presentati da una grande scarpa con tacco a spillo e da filmati di personaggi del tempo, in bianco e nero e a colore. Frammenti video dei Beatles e sequenze di Easy Rider compaiono negli anni Sessanta. Le immagini dei film ruotano veloci come i dischi di un juke-box, oggetto icona di questa isola. Gli anni Settanta sono presentati da un’enorme lattina di coca-cola e da una lattina virtuale che rotola da un monitor all’altro, dando il via a filmati. Infine, gli anni Ottanta sono immagini elettroniche, sono il neon di un fast-food e un gigantesco hamburger.

Attraversando le diverse aree, il visitatore scopre come il corpo abbia continuato a elaborare il suo linguaggio interpretando lo spirito del periodo con stupenda autonomia, talvolta in contrasto con imposizioni o precetti di regime.

12 programmi video
114 monitor 25'
12 lettori mutlimediali
12 casse audio
progetto luci
4 pannelli grafici retroilluminati
6 oggetti scenografati

Progetto e messa in scena Studio Azzurro
Ideazione Fabio Cirifino, Paolo Rosa, Leonardo Sangiorgi
Regia Paolo Rosa, Leonardo Sangiorgi
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Giuseppe Baresi, Mario Coccimiglio
Montaggio video Cinzia Rizzo
Sound design e consulenza musicale Alberto Morelli
Realizzazioni scenografiche Esther Musatti
Produzione generale Nuova Intrapresa
Direzione scientifica Gianni Sassi