Reperti del naufragio a Lampedusa del 3 ottobre 2013

BAMBINI MIGRANTI

posted in OPERE

BAMBINI MIGRANTI

BAMBINI MIGRANTI

Storie di viaggi e di speranze

videoinstallazioni

Roma, Complesso di Vicolo Valdina, Anniversario del naufragio presso Lampedusa, 2017
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

In occasione dell’anniversario del naufragio avvenuto a Lampedusa il 3 ottobre 2013, è stato presentato a Roma il progetto per il Museo Migrante di Lampedusa, con due installazioni.

La prima è dedicata al racconto dei viaggi di cinque bambini, Akhmed, Aziz, Esrom, Jon e Saher. Le immagini delle loro storie scorrono su quattro schermi, presentando i volti e le voci, quando ancora possiamo vederli e udirli, gli scenari che hanno visto i loro occhi e che immaginiamo abbiano incontrato. I cinque bambini si passano il testimone nel raccontare un interminabile viaggio, in cui emergono elementi simbolici che segnano la costante presenza di limiti e confini: una corda, una catena, un filo spinato, una linea di fuoco.

La seconda installazione presenta alcuni reperti del naufragio del 3 ottobre, chiusi in teche luminose che li rendono misteriosamente preziosi. La musica e i suoni dell’installazione evocano le contraddizioni di un viaggio sulla soglia tra la vita e la morte.

5 videoproiettori
8 speaker audio
5 mediaplayer
4 schermi da retroproiezione
1 box da retroproiezione
2 lavagne per provini fotografici

BAMBINI MIGRANTI
videoinstallazione per quattro schermi e provini in sequenza
Da un’idea di Federico Cataldi, Valerio Cataldi, Imma Carpiniello
Progetto Studio Azzurro e MuMi (Museo Migrante)
Direzione artistica Fabio Cirifino, Laura Marcolini
Materiali video tratti da documentari di Valerio Cataldi, Francesca Mannocchi con le immagini di Fabrizio Mischianti (Aziz), Fabrizio Silani (Saher), Claudio Valerio (Esrom)
Montaggio video Silvia Pellizzari
Post-produzione video Simone Barbieri Organista 

Fotografie Mauro Pagnano, Roberto Salomone
Musiche Alberto Morelli
Sound design Alberto Danelli, Alberto Morelli
Voci Caterina Guzzanti (Saher), Roberto Herlitzka (Aziz), Francesco Pannofino (Akhmed), Francesco Venditti (Esrom)
Progetto tecnico allestitivo Daniele De Palma, Gabriella Di Dato
Produzione esecutiva Carmen Leopardi, Imma Carpiniello

Ufficio stampa Sabika Shah Povia

LA MEMORIA SOMMERSA
paesaggio sonoro* per tracce di un naufragio
Da un’idea di Federico Cataldi, Valerio Cataldi, Imma Carpiniello
Progetto Studio Azzurro e MuMi (Museo Migrante)
Direzione artistica Fabio Cirifino, Laura Marcolini
Musiche e sound design Alberto Morelli
Progetto tecnico allestitivo Daniele De Palma, Gabriella Di Dato
Produzione esecutiva Carmen Leopardi e Imma Carpiniello
Ufficio stampa Sabika Shah Povia
Si ringrazia il Sostituto Procuratore del Tribunale di Palermo Gery Ferrara, Adal Neguse

*Elaborazione da un estratto della colonna sonora originale del film “Io sto con la sposa” (Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Alnassiry)