Figure che salgono proiettate su una scalinata illuminata al centro di uno spazio buio, verso Bauci, una delle Città invisibili di Italo Calvino

LA CITTÀ DEGLI OCCHI

posted in ambienti sensibili

LA CITTÀ DEGLI OCCHI

LA CITTÀ DEGLI OCCHI

ambienti sensibili

Milano, Triennale, 2002
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

Una lunga scala luminosa si alza verso una nube in movimento, mentre sui gradini le immagini video mostrano un incessante passaggio di figure. È una moltitudine di personaggi che sembrano volare dolcemente in direzione di Bauci, la città degli occhi descritta da Calvino, trascinati dalla sua leggerezza.

I sottili trampoli che s’alzano dal suolo a gran distanza l’uno dall’altro e si perdono sopra le nubi sostengono la città. Ci si sale con scalette. A terra gli abitanti si mostrano di rado: hanno tutto l’occorrente lassù e preferiscono non scendere.

I. Calvino, Le città invisibili

Ma di tanto in tanto qualcuno viene respinto malamente. Citando Calvino, su questi personaggi si danno tre ipotesi: 1) sono uomini che vengono attratti per disperazione e necessità da quel distacco dalla terra, da quella distanza dai problemi materiali che il suo aspetto comunica; 2) sono invasori, usurpatori, portatori di una barbarie atta solamente a distruggere i privilegi degli abitanti di Bauci; 3) sono frutto di un sogno, di una visione, forse di un incubo.

L’opera è una scala praticabile dai visitatori. I personaggi proiettati reagiscono al loro passaggio.

1 scala
4 programmi video sincronizzati

Ideazione Paolo Rosa
Regia Paolo Rosa
Collaborazione alla regia Davide Sgalippa
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Mario Coccimiglio
Montaggio video Mara Colombo
Grafica 3D Claudio Molinari
Sistemi interattivi e tecnologici Stefano Roveda
Sviluppo hardware Dario Gavezotti
Sviluppo software Giovanni Civati, Samuele Vacchi
Montaggio video Mara Colombo
Suoni e musiche Alberto Morelli, Stefano Scarani Tangatamanu
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Elisa Mendini, Valentina De Marchi
Produzione esecutiva Reiner Bumke