Bandiere del mondo e lettere bianche fluttuanti

INNESTI – GRAFTING

posted in OPERE

INNESTI – GRAFTING

INNESTI – GRAFTING

percorsi espositivi

Venezia, Padiglione Italia, 14.ma Biennale d'Architettura, 2014
  • Descrizione
  • Scheda Tecnica
  • Credits

La mostra del Padiglione Italia curata da Cino Zucchi alla Biennale d’Architettura presenta opere che non sono legate da un’evoluzione temporale lineare, ma da relazioni inaspettate che attraversano il tempo. Tra esse, quattro installazioni multimediali sono state affidate a Studio Azzurro.

Rappresentare Milano: Nel corso del Novecento la modernizzazione ha coinvolto tutta l’Italia e Milano è esemplare laboratorio della modernità. Un plastico animato della città affronta questo tema mostrando, ritmati, contenuti articolati in strati colorati sovrapposti. Le proiezioni sono in sincronia con una raccolta di immagini scelte proiettate a parete.

Paesaggi abitati: Come interagisce l’uomo con i cambiamenti portati dall’architettura? Come li adatta ai suoi bisogni quotidiani? Una grande proiezione d’insieme indaga queste domande. Una open call si è tradotta in campagna di indagine partecipata e diffusa: sono state raccolte visioni non convenzionali di spazi, strade ed edifici. Queste brevi storie sono scandite in riquadri affiancati l’uno all’altro, che creano un quadro pulsante e continuo.

Milano Expò 2015: Sospeso da sottilissimi cavi di acciaio, un piano in legno levigato è metafora di una tavola da pranzo e suggerisce momenti di convivialità.  Filmati e immagini di progetti e progettisti, di contenuti e contenitori, sono articolati in un ordinato indice e presentano i molteplici aspetti con cui si manifesta l’evento di Milano Expò 2015.

Milano Expò Italia: Un piano rettangolare in legno, appoggiato a terra per il lato corto, è interrotto da un taglio che lo attraversa come una bocca. Una nuvola di caratteri e lettere si muovono lentamente come attendendo un evento improvviso: l’introduzione di una mano nel solco, in un immaginario gesto di semina. Questo gesto aziona l’installazione interattiva e genera l’Albero della Vita.

6 videoproiettori
11 casse audio
1 mixer audio
2 amplificatori
2 computer
4 digital player

Direzione artistica Fabio Cirifino, Leonardo Sangiorgi
Coordinamento progetto Carmen Leopardi
Produzione esecutiva Ilaria Bollati
Coordinamento tecnico Daniele De Palma
Sviluppo software e sistemi interattivi Marco Barsottini, Lorenzo Sarti
Post-produzione video Lisa Cartuccia, Matteo Cellini, Mauro Macella, Kenji Matsushita
Suoni e musiche Tommaso Leddi
Responsabile amministrazione Salvatore Agrifoglio