IL GIARDINO DELLE ANIME

Ambiente sensibile

Amsterdam, New Metropolis, 1997
Scarica pdf

Una superficie d’acqua elettronica. Qualcosa, di lì a poco, accadrà. Mentre i piedi continuano ad aderire alla superficie acquosa, essa si agita, si increspa, si illumina a fra le piccole onde comincia a prendere forma una figura. E’ una nascita. Le immagini, come doppi virtuali dei corpi reali, si animano seguendo una struttura narrativa che si rifà al mito di Teseo e Arianna. I corpi riemergono, compiono le loro azioni e si fermano, aspettando un altro passaggio. Comincia così la danza dei passi, ossequiosi, prudenti e man mano sempre più frettolosi, scomposti. La musica avvolge lo spazio e lo spettatore in un flusso sonoro di continui intrecci e variazioni musicali.

L'opera è rimasta ad Amsterdam fino al 2000. Dal 2001 si trova presso Hall of Science, New York.

Descrizione tecnica

1 tappeto, 3 schermi, 6 videoproiezioni (3 mobili), 9 laserdisk, 1 PC

Crediti

Ideazione Leonardo Sangiorgi
Sceneggiatura Giuliano Corti
Regia Leonardo Sangiorgi
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Riccardo Apuzzo
Montaggio video Paolo Ranieri
Suoni e musica Ivan Fedele
Sistemi interattivi e tecnologici Stefano Roveda
Sviluppo software Orf Quarenghi
Sviluppo hardware G. Storti Gaiani
Coreografia Davide Sgalippa
Performers F. Cassani, D. Consoli, A. Manera, C. Mendini, E. Mendini, M. Sibaud
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Elisa Mendini
Produzione generale Reiner Bumke