IL SOFFIO SULL'ANGELO (Primo naufragio del pensiero)

Ambiente sensibile

Pisa, Università degli Studi, 1997
Scarica pdf

Tre grandi paracadute come nuvole su cui strane figure aleggiano aeree, leggere: angeli forse decaduti a causa di qualche intemperanza. Sono figure terrene, delineate fuori, ma vuote dentro: per questo galleggiano nell’aria cercando di aggrapparsi a degli oggetti, di appendersi come naufraghi al loro relitto. Sembra che tutto sia racchiuso in una calma apparente, sino a quando il soffio degli spettatori non raggiunge i paracadute: esso si dilata e scaraventa l’angelo fuori dal suo opaco fluire, il suo "vuoto" equilibrio può esplodere o essere spinto lontano. Il paracadute – "oggetto di salvezza" – si anima di molti suoni: soffi leggeri, modulati, dolci, altri meccanici, pneumatici.

Descrizione tecnica

3 paracadute, 12 videoproiettori, 2 balaustre interfacciate, 12 laserdisk, 1 PC, 1 campionatore

Crediti

Ideazione Fabio Cirifino, Paolo Rosa
Regia Paolo Rosa
Collaborazione alla regia Davide Sgalippa
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Riccardo Apuzzo
Montaggio video Fanny Molteni
Suoni e musica Davide Rosa
Montaggio audio Riccardo Castaldi, Tommaso Leddi
Sistemi interattivi e tecnologici Stefano Roveda
Sviluppo Software Orf Quarenghi
Performers D. Consoli, G. De Paolis, A. Manera, G. Mendini, E. Ferrario, A. Ricciardi, E. Mendini, L. Perelli, M. Sgalippa, F. Rossi, S. Ferrari
Coordinamento progetto Ilaria Mariotti
Produzione esecutiva Elisa Mendini
Produzione generale Reiner Bumke