CORPI RIFLETTENTI (serie di)

Videoinstallazione

Bitonto, Biennale Internazionale Francesco Speranza: La pietra e i luoghi, 1990

È un'installazione semplice, con un uso limitatissimo di tecnologia, che sfrutta una rifrazione ottica. Dieci monitor disposti a coppie in modo che ognuna di esse formi un angolo di novanta gradi. Gli schermi si riflettono gli uni negli altri formando immagini sovrapposte. Sugli schermi di destra, la mano di uno scultore impugna uno scalpello e ripetutamente scheggia una pietra; sui monitor di sinistra compaiono, con lenti panoramiche, una serie di particolari di fregi e bassorilievi registrati nella stessa città di Bitonto, in cui è stata installata l'opera. Nel gioco dei riflessi sugli schermi sembrerebbe che ogni immagine voglia modellare quella adiacente. Il suono secco e ritmato di questi cinque scalpelli accompagna una idea di lavorio intenso e teso. I capolavori incisi che sembrano uscire da questo procedimento appaiono il frutto di un equilibrato rapporto tra resistenza della pietra e gesto dell'uomo, tra natura e cultura.

Descrizione tecnica

10 programmi video sincronizzati, 10 monitor

Crediti

Ideazione Fabio Cirifino, Leonardo Sangiorgi

Regia Leonardo Sangiorgi

Fotografia Fabio Cirifino

Riprese video Mario Coccimiglio

Montaggio video Cinzia Rizzo