... E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE

Ambiente sensibile

Forte di Bard, "In cima alle stelle", 2007
fortedibard.it/
Scarica pdf
Attraverso quattro ambienti sensibili dedicati al tema della relatività secondo le teorie di Albert Einstein, il visitatore è invitato a scoprire e sperimentare in ambienti immersivi le dinamiche che regolano il concetto spazio tempo nell’universo; il ritardo con il quale perviene sulla terra la luce solare, la deformazione dello spazio tempo in presenza di massa, l’estensione delle galassie. Si parla spesso di artisti che inseguono un rapporto con la scienza e la tecnica, ma è da sempre che egualmente gli scienziati cercano un dialogo con l’arte. Di esempi, come quello straordinario citato, ne esistono molti: Keplero si immagina sulla luna ad osservare la Terra, e così Newton, Darwin, Einstein fanno ricorso ad incursioni nell’immaginifico come se questo territorio fosse il "luogo" dove generare le condizioni della conoscenza, l’habitat in cui dare forma alle sensazioni.
Questo è il territorio impalpabile da dove gli artisti, gli scienziati traggono la loro visione. Tentiamo così di avventurarci in un universo concettuale affollato di complesse regole scientifiche che non possono essere ignorate nè precisamente mostrate, penetriamo i gironi della fisica e della chimica con la complicità di preziosi scienziati e chiamiamo a condividere questa piccola avventura un pubblico che resta sempre per noi l’interlocutore privilegiato.

Descrizione tecnica

1 ambiente interattivo con proiezione su volta, monitor e sagomatore, 1 ambiente interattivo con schermo di plexiglass in parte oscurato, pavimento sensibile e telecamera, 2 ambienti interattivi con proiezione riflessa e rifratta su schermo di plexiglass.

Crediti

Ideazione Paolo Rosa
Collaborazione al progetto Marco Barsottini
Regia Paolo Rosa
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Rocco Cirifino
Post produzione video Mauro Macella
Suoni e musiche Tommaso Leddi
Sistemi interattivi e tecnologici Marco Barsottini, Stefano Roveda, Lorenzo Sarti
Sviluppo software Alessandro Capozzo
Sviluppo informatico hardware Alberto Massagli Bernocchi
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Olivia Demuro
Produzione generale Reiner Bumke
Relazioni pubbliche Delphine Tonglet
Direzione scientifica Luigi Di Corato, A. Bernagozzi, P. Calcidese