MATER

Museo dell'Archeologia e del Territorio

Museo

Mamoiada (Nuoro), 2014

Percorso multimediale e interattivo, che si snoda in tre sale tematiche.
La prima sala che lo spettatore incontra entrando nel museo è dedicata al territorio, alla sua geografia e alla sua dimensione invisibile, è il luogo in cui riscoprire gli aspetti nascosti e sconosciuti di questa terra di confine, di attraversamento e di incontro tra popoli diversi. Qui è mostrato un territorio che si pone delle domande, che si interroga sui misteri che lo avvolgono, che invita il pubblico ad immaginare e ad immergersi in un racconto nuovo, che va oltre le informazioni di una teoria inconfutabile per raggiungere una dimensione più profonda, anche se incerta e meno comprovata, ma che appartiene all’identità del luogo.
Le due sale successive sono dedicate agli abitanti di Mamoiada, ai loro racconti e alla loro memoria: le persone del luogo sono i narratori in prima persona della loro terra restituendo, come un dono, il frammento di una storia personale, di un ricordo o di un modo di vivere che, come la grande storia, può essere emblematico dell’identità di un territorio.

Descrizione tecnica

4 videoproiettori, 1 monitor touchscreen 42”, 6 casse audio, amplificatore

Crediti

Ideazione Paolo Rosa
Regia Paolo Rosa
testi Lidia Decandia
Fotografia Fabio Cirifino
Riprese video Mario Coccimiglio
Montaggio video Silvia Pellizzari
Post produzione video Francesco Deiana
Suoni e musiche Tommaso Leddi
Sistemi interattivi e tecnologici Marco Barsottini
Sviluppo software Marco Barsottini, Lorenzo Sarti
Sviluppo hardware Alberto Massagli Bernocchi
Progetto tecnico allestitivo Daniele De Palma
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Elisa Midali
Collaborazione alla produzione esecutiva Donatella Cau
Produzione generale Reiner Bumke