ARISTOCRATIC ARTISAN

Videoinstallazione

New York, ACE Gallery, 2000

Le peculiarità e l'originalità della creazione italiana in generale, e in particolare quella nel campo della moda, si sviluppano attraverso i suoni, i colori, le immagini, i profumi, le materie, i rimandi culturali in sei ambienti. Parole, immagini e suoni del vestire. La seta, la leggerezza. La lana,la materia. Il lino, il sacro e il sensuale. Le fibre,il simbolico. La pelle, la profondità del tatto. Attraverso l'uso della multimedialità interattiva, la profonda radice storica si coniuga alla più moderna capacità di innovazione in bilico, come da tradizione italiana, tra la dimensione rappresentativa più minimale e quella fastosa dello spirito barocco.

Descrizione tecnica

6 videoproiettori, 1 computer con 2 schede video Four-reel, 6 sensori acustici, 6 amplificatori audio, 12 casse audio

Crediti

ideazione: Paolo Rosa, Cinzia Rizzo
fotografia: Fabio Cirifino
sistemi interattivi: Stefano Roveda
montaggio video: Fanny Molteni
musiche: Riccardo Castaldi, Tommaso Leddi
sviluppo software: Orf Quarenghi
disegno luci: Gianfranco Michler
supervisione sistemi interattivi:Francesco Apuzzo, Davide Scatà
collaboratori tecnici: Mario Coccimiglio, Luca Corti
performers: Compagnia l'Arrocco
scenografie: Studio Gargiulo - Todisco e Caterina Filice
consulenze e supervisione: Giovanni Scialpi e Anna Piaggi
produzione: Reiner Bumke, Laura Lionti