LO SPIRITO DELLA MATERIA E DEI LUOGHI

Opera ambientale interattiva su progetto di Studio Azzurro

Videoinstallazione

Milano, Padiglione Trentino, EXPO Milano 2015, 2015

Studio Azzurro ha progettato e condotto la direzione artistica di Lo spirito delle materie e dei luoghi, opera ambientale interattiva per la Piazzetta Trentino all'interno di Expo 2015. La produzione dei contenuti video è stata realizzata da Filmwork.
Il territorio trentino, i suoi prodotti, la sua bellezza naturalistica, i suoi miti, irrompono nello spazio Expo sia con panorami virtuali che con un forti elementi fisici. Il calore del legno racchiude l’allestimento al cui centro svettano tre enormi schegge di pietra dolomia, omaggio alle cime delle tre torri del Vajolet, poggiate su un pavimento di monitor e incorniciate, alle loro spalle, dall'orizzonte virtuale creato da altri tre grandi monitor. Su questa finestra e sul suolo scorrono immagini sincronizzate di paesaggi, di elementi naturali, e dei prodotti che da quella natura derivano. I visitatori vengono accolti in uno spazio che li riporta alla dimensione grandiosa di montagne, boschi e corsi d'acqua incontaminati e alla tradizione con cui la gente del Trentino produce cibo e alimenti di grande qualità. Camminando sui monitor il pubblico avrà l'impressione di passeggiare tra prati d'alta montagna, di poter volare sopra le cime delle foreste o di calpestare una distesa di acini d'uva. All'orizzonte invece si aprono viste panoramiche e dettagli di lavorazioni e trasformazioni che l'uomo compie con con il territorio e con le sue risorse. Le dolòmie emettono suoni rarefatti: un gesto del visitatore, nel momento in cui appoggia la mano sulla superficie di ognuno dei tre monoliti, li modula e fa risuonare la superficie di pietra con accordi e vibrazioni differenti, in sintonia con i suoni di tutto lo spazio. Infine, solamente in un momento particolare, alla sera, quando le condizioni di luce lo permettono, il pubblico ha l’impressione dell’esperienza dello “spirito del luogo”: grandi e piccole ombre di figure fiabesche emergono, videoproiettate, dalle superfici di pietra delle schegge-monoliti. Per qualche istante si ascoltano le parole di antiche leggende ambientate tra le Dolomiti, scenario ideale di miti arcaici.

Descrizione tecnica

2 videoproiettori con sistema di messa in onda  
videowall di 16 monitor 46" con sistema di messa in onda per 16 video splittati
3 monitor 55" borderless con sistema di messa in onda
1 coppia speaker audio 
sistema audio interattivo con sensori di prossimità con sistema di messa in onda dedicato

Crediti

Ideazione e direzione artistica Leonardo Sangiorgi
Progetto tecnico allestitivo Daniele De Palma
Coordinamento progetto Carmen Leopardi
Produzione esecutiva Valentina Di Liddo