DENTRO L'ULTIMA CENA: IL XIII TESTIMONE

Percorso espositivo

Vigevano, Castello Visconteo Sforzesco, 2010

La caratteristica peculiare dell’allestimento è un approccio di tipo partecipativo, strutturato in sette moduli scomponibili, momenti autonomi, seppur relazionati gli uni agli altri, che consentono la fruizione e la lettura delle sezioni in tempi e modi differenti. Il percorso di visita offre la possibilità di optare fra tre differenti livelli di approfondimento e di partecipazione. Il primo è il più tradizionale, un racconto di tipo cinematografico in cui è possibile visionare informazioni e contenuti multimediali seguendo un percorso narrativo. Il secondo livello è quello in cui è possibile accedere alle postazioni interattive, il visitatore può strutturare in modo personale il proprio percorso di scoperta e comprensione del capolavoro, attingendo in maniera autonoma alle varie possibilità di approfondimento. Per ultimo un livello di partecipazione attiva, nel quale il visitatore ha la possibilità di raccogliere e condividere immagini e dettagli del percorso attraverso un database. Questo archivio dinamico è destinato ad essere arricchito del contributo di chiunque lo desideri. Ogni ambiente espositivo è caratterizzato da un diverso allestimento scenografico ed è dotato di strumenti didattico-divulgativi, multimediali ed interattivi, atti a coinvolgere il pubblico in un’emozionante esperienza sull’arte del Rinascimento. È dunque un percorso immersivo e propedeutico alla visione finale dell’opera originale e dei territori che hanno ispirato il genio di Leonardo durante la composizione dell’opera stessa. La mostra è stata realizzata con rigore scientifico grazie alla consulenza di storici dell’arte e con l’avvallo del padre priore di Santa Maria delle Grazie. Ha ottenuto per questo il patrocinio del Ministero per i Beni e le attività culturali, Regione Lombardia, della Provincia di Pavia e del Comune di Vigevano. La mostra appartiene a Leonardo 2015 srl, società strumentale della Fondazione Banca del Monte di Lombardia e è stata progettata e messa in scena da Studio Azzurro ed Euphon (gruppo Mediacontech) su un’idea di Alessandro Mazzoli e Cesare Bozzano.

Descrizione tecnica

34 videoproiettori, 1 fogscreen, 36 sistemi di messa i onda, 12 pc, 7 sensori di presenza, 30 casse, 8 amplificatori, 14 tavoli, 4 telai, 1 schermo da retroproiezione, 2 lastre olografiche, 12 pannelli intonacati, 1 armadio, 1 libro gigante

Crediti

Ideazione Leonardo Sangiorgi
Regia Leonardo Sangiorgi
Fotografia Rocco Cirifino
Riprese video Rocco Cirifino
Collaborazione alle riprese video Ciro Rebuzzini
Post produzione Video Square Post Production
Post produzione video tavoli interattivi Matteo Cellini
Sistemi tecnologici e interattivi Euphon communication
Consulenza ai sistemi tecnologici e interattivi Stefano Roveda
Sviluppo software tavoli interattivi Lorenzo Sarti, Alessandro Pecoraro
Suoni e musiche Tommaso Leddi
Musicisti Giuseppe Olivini (arpa, tastiere), Francesco Zago (chitarra elettrica), Tommaso Leddi (mandolino, liuto, viola da gamba, organo), Alberto Morelli (flauti), Micol Riva (chitarra)
Progetto tecnico allestitivo Gruppo Mediacontech
Consulenza progetto allestitivo Micol Riva
Supervisione allestimento scenografico Fernanda Menendez
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Olivia Demuro
Collaborazione alla produzione esecutiva Marianna Cappello
Produzione generale Reiner Bumke
Relazioni esterne Daniela Mezzela
Direzione scientifica Simone Ferrari