MILANO 2033 - SEMI DI FUTURO

150 anni Politecnico di Milano

Percorso espositivo

Milano, Palazzo della Triennale, 2013
La scienza è risorsa e un reticolo di costruzione conoscitiva. Insieme alla ricerca artistica e relazionale, si riproduce di continuo ed evolve con la comunità, arricchendosi di percezioni e interpretazioni che ne declinano il valore e i successivi sviluppi.
Il percorso espositivo, sviluppandosi in dodici installazioni, genera una spazialità che avvolge e induce il  visitatore ad un’esperienza più che ad una fruizione. Gli ambienti del lavoro e quelli del muoversi e dell’abitare sono gli ambiti in cui l’uomo, spesso terminale esecutivo di macchine antiche o contemporanee, può e deve ricucire la cesura tra sé stesso e il suo agire in tematiche trasversali quali l’energia, i materiali e la comunicazione.
Il percorso si dispiega fluido e senza interruzioni, si moltiplica nella penombra. Dialettico ed immersivo, è pervaso sia da aree luminose, abitate da trasparenti immagini di volti e schizzi, sia da significanti oggetti reali che accolgono o rivelano le storie dentro la storia. I primi, gli abitanti del futuro, invitano al gesto: un tocco e il dialogo prende forma in suoni, voci e schizzi che si dipanano sul pavimento. I secondi, chiamati ‘memorabilia’, non perdendo il substrato emotivo, storico e mnemonico, sono visioni future nel passato. Una maglia di sequenze diverse, stimola le feconde possibilità immaginative dello spettatore.

Descrizione tecnica

Il percorso espositivo, sviluppandosi in dodici installazioni, genera una spazialità che avvolge e induce il  visitatore ad un’esperienza più che ad una fruizione, trovandosi in una condizione sensoriale più aperta e amplificata. Si suddivide concettualmente e non fisicamente in 3 macroaree: lavorare, muoversi, abitare. Ognuno dei quali conta 4 postazioni interattive per un totale di 12.
29 video proiettori, 9 digital players, 12 pc di messa in onda, 12 camere + illuminatori IR, 14 coppie di speakers audio, 14 amplificatori, 3 computer allinone 27'', 30 sagomatori, 20 lucciole, 20 spot.

Crediti

Ideazione Fabio Cirifino, Leonardo Sangiorgi, Paolo Rosa
Regia Paolo Rosa
Fotografia Fabio Cirifino
Sistemi interattivi e tecnologici Marco Barsottini, Lorenzo Sarti
Montaggio video Monica De Benedictis
Riprese video Mario Coccimiglio
Progetto tecnico allestitivo Daniele De Palma
Coordinamento progetto e produzione esecutiva Ilaria Bollati, Chiara Ligi
Organizzazione generale Carmen Leopardi